MILAN, italy

Escort di lusso a Roma che non si fermano: il sogno ma anche il timore di molti uomini abbienti.

Roma è la città con il più alto tasso di accompagnatrici di alto livello. Sono più’ o meno 300 e questo è un numero destinato a salire.

Escort di lusso a Roma che non si fermano, la posizione di Rose.

Rose, escort di altissimo livello e molto costosa dice: “Se il Coronavirus fosse realmente letale io sarei già morta. Continuo a lavorare e sono perfettamente sana”. Rose è bellissima, una divinità molto nota in rete anche per le sue frequentazioni nella high society.  Ha 23 anni, capelli biondi e un corpo per cui morire. Lei, come altre modelle continua a mettere annunci escort certificate a Roma.

Il governo continua a varare misure restrittive ma le escort non si fermano. Pure le prostitute di basso livello continuano a lavorare, d’altronde non sono tutelate e in qualche modo devono pur andare avanti. Meretrici donne e trans si mostrano senza mascherina.

Escort di lusso a Roma che non si fermano, ma anche le stradali non vogliono chiudersi in casa.

Loredana, prostituta da poco tempo, è convinta e conferma: “Ma quale Covid, ho più paura dei clienti pazzi che di un virus dell’influenza”.

Il suo prezzario è 30 euro per un pompino, 100 per il sesso completo, e se c’è chi vuole farlo senza preservativo, spende il doppio, e prosegue: “Sono tanti i clienti che mi chiedono di consumare rapporti non protetti, quindi l’idea che il virus uccida chiunque sembra una pagliacciata”.

Escort di lusso a Roma che non si fermano: ragazze irresponsabili.

È matematico che Il rischio contagio, sia molto alto. Le stradali quando accontentano il cliente stanno dentro le auto, coi finestrini chiusi. Il cliente se ne frega delle regole, è troppa la sua foga sessuale.

Queste sex workers sdrammatizzano o contestano la pericolosità del Covid. Per loro è probabilmente una resistenza psicologica, altrimenti non lavorerebbero più prese dalla psicosi. Gina, trans biondo dai capelli lunghi, con la barba nera e con un pene enorme dice: “Rischio ogni notte che mi rapinino e che mi uccidano. Che vuoi che sia il Covid per me? Fa parte dei rischi del mestiere; uno in più o uno in meno la mia vita non cambia.

Ma c’è anche chi cerca di limitare i rischi del contagio da Covid.

Lolita, trans brasiliana, è l’unica ad indossare la mascherina e ci racconta come la vive: «Io sono terrorizzata da questo misterioso Covid ma non posso smettere perché ho bisogno di soldi.  Preferisco portare il cliente nel mio appartamento, fargli disinfettare le mani e provare a chiedergli di indossare la mascherina”.

Giuliana, altra derelitta del sud America, ha già preso la multa dalla polizia e dice: “Possono darmi tutte le multe che vogliono, tanto io non le pago. Non è lo Stato a tutelarmi in questo assurdo periodo storico. Quindi a che pro devo rispettare delle regole?”

Col Covid certamente l’indotto economico è diminuito perché molti anziani sono in paranoia, ma altri continuano come se nulla fosse.

Escort di lusso a Roma che non si fermano: le topclass vivono decisamente meglio il periodo.

Con la pandemia le accompagnatrici di alto livello hanno aumentato i ricevimenti presso i loro appartamenti di lusso. Loro ricevono più che altro di giorno e i loro clienti non rischiano neanche di violare il coprifuoco. Per loro il lavoro continua senza troppi scossoni.

Neanche le recensioni escort cennano a fermarsi.

Anche evitando di andare ad intervistare le varie operatrici, già attraverso i vari portali in cui si possono leggere le opinioni che si scambiano i clienti sull’operato delle escort, è possibile farsi un’idea di quello che sta succedendo nel mercato del sesso, ovvero nulla di nuovo. Il sesso non conosce regole e timori di sorta.

 

LEGGI ANCHE

Essere Escort di lusso è una scelta personale?

Topclass escort lusso Modena: Maristella è la più amata d’Italia.

Escort di gran lusso a Venezia: “Prestazioni costose”

Leave a cool comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!